Il dolore di ricordare può servire a evitare altri dolori inutili; esce “L’erba dei conigli” di Massimo Aspesani e Milly Paparella

Il dolore di ricordare può servire a evitare altri dolori inutili; esce “L’erba dei conigli” di Massimo Aspesani e Milly Paparella

Comunicato stampa

Bertino, ragazzino alle soglie dell’età adulta, ha vissuto il suo spazio di crescita in un periodo segnato dalla morte, dalla guerra, dalla violenza; si è sentito adulto quando ha affrontato il difficile compito di portare un biglietto a un prigioniero dei fascisti, ma subito il suo corpo lo ha rimandato nei territori dell’infanzia, timoroso e fragile come tutti i ragazzini dodicenni; i dodicenni di oggi vivono in una democrazia, incontrano ancora le bestie nere che cercano di inculcare in loro il razzismo, l’odio, la xenofobia ma possono vivere quei periodi di guerra e dolore solamente grazie alle narrazioni e alle memorie di un ragazzino di allora, proprio quelle memorie delle quali Bettino parla come di una operazione dolorosa. Forse quel dolore, il dolore di ricordare, è necessario perché i ragazzi di oggi inizino a pensare e a capire. Forse l’incontro che si propone questo libro, con queste storie, tra Bettino dodicenne e i ragazzi di oggi, per quanto doloroso, può servire ad evitare altri dolori inutili, altre inutili stragi. Per questo sarebbe bene che tanti ragazzi oggi leggessero queste pagine.

[Pagina Web Aspesani]

[Pagina Web Paparella]



L’erba dei conigli
di Massimo Aspesani e Milly Paparella

Collana Oltremare – Narrativa

Prefazione: Raffaele Mantegazza
Curatore: Paola Surano
Direttore editoriale: Ilaria Celestini
27.3.2019, 110 p., brossura
Formato 148×210 mm
ISBN 978-88-85566-33-0

TraccePerLaMeta Edizioni

Le pubblicazioni di TraccePerLaMeta Edizioni sono ordinabili in qualsiasi libreria oppure acquistabili in tutte quelle online

LaFeltrinelli ibs2 amazon_logo_RGB 

acquista_online_tplm



About the author  ⁄ Admin

Admin

Se sei un autore e vuoi pubblicare il tuo libro, invia il tuo manoscritto a info@tracceperlameta.org per una valutazione gratuita.

No Comments