Giuseppina Vinci

L’

OMBRELLONE GIALLO

Collana Indaco – Poesia
Giuseppina Vinci

4.4.2014, 74 p., brossura
Curatore Spurio Lorenzo
ISBN 978-88-98643-05-9

TraccePerLaMeta Edizioni

SHOP ONLINE DI TPLM

Dopo la recente raccolta di saggi brevi dal titolo Riflessi letterari in cui Giuseppina Vinci dà una sua personale interpretazione di alcuni celebri testi poetici (Leopardi, Montale, Keats) e affronta alcune delle tematiche che concernono la narrativa modernista inglese (Woolf, Joyce), l’Autrice ritorna con questa nuova pubblicazione. L’ombrellone giallo è un’opera antologica delle ultime produzioni della scrittrice e, infatti, contiene sia poesie che racconti brevi, tra i quali va citato “La storia di Edom” con l’appendice sul desiderio della donna di avere dei figli e il sequel nel quale, invece, la protagonista, dopo una concentrica riflessione sull’esistenza e sull’importanza della religione, giunge a verità che, con più convinzione, animeranno e detteranno il prosieguo della sua vita nel Mondo. La poesia di Giuseppina Vinci è spesso molto breve, i versi si susseguono veloci e smilzi, come pennellate irruenti sulla tela che, però, al termine del lavoro di pittura, consegnano al lettore un’opera completa e oserei dire anche abbastanza complessa.
R

IFLESSI LETTERARI

Collana Sabbia – Critica Letteraria
Giuseppina Vinci

1.8.2013, 68 p., brossura
Curatore Spurio Lorenzo
ISBN 978-88-907190-9-7

TraccePerLaMeta Edizioni

SHOP ONLINE DI TPLM

Chi ha già letto i precedenti libri di Giuseppina Vinci sa benissimo che la scrittrice ama esprimersi con stili e registri diversi e che per fare questo le sue opere finiscono per apparire al lettore come un mosaico di generi: si va dalla poesia al racconto, dall’articolo al commento di tipo critico di un testo classico. E questo procedimento avviene anche nel libro che il lettore ha nelle mani e nel quale si appresta a tuffarsi: si darà spazio in questo testo ad alcune grandi poesie della letteratura italiana del secondo Novecento e si parlerà di alcune novità di quegli scrittori inglesi che vennero definiti modernisti, ma ci sarà spazio anche per delle liriche celebrative ad altrettanti poeti, soprattutto ai romantici inglesi.

[…]

Giuseppina Vinci, docente di materie classiche al Liceo Classico Gorgia di Lentini, dà prova con questo libro di come la letteratura non solo debba essere letta, possibilmente ad alta voce e senza rumori intorno, ma di come essa debba essere interpretata, riletta, vissuta e ri-creata, perché è proprio dall’interazione che si crea tra autore e lettore che si ricavano i variopinti significati e le leggiadre possibilità di indagine dell’uomo nel mondo reale.