Antonella Troisi

I

MAGO

Collana Indaco – Poesia
Antonella Troisi

19.06.2013, 56 p., brossura
ISBN 978-88-907190-7-3

TraccePerLaMeta Edizioni

SHOP ONLINE DI TPLM

La difficoltà nel percepire in maniera lucida e razionale quali siano i limiti estremi di un amore è al centro della silloge dove l’amore si configura a tratti come un tormento, un desiderio, un pensiero ricorrente, un’illusione. La poetessa, però, è altamente coscienziosa nel sapere che parlare di amore immancabilmente significa parlare anche del tempo che, imperterrito scorre:

“Non lasciare che tutto svanisca e diventi pulviscolo non lasciare che i ricordi si frantumino e i cocci diventino un mosaico scomposto”.

Il messaggio è chiaro: la via della dimenticanza deve essere per forza rigettata, perché solo definendo noi stessi attraverso il nostro passato individuale, ovvero i nostri ricordi, possiamo dare un senso alla complessità del nostro presente, conoscerci e rapportarci all’altro. Un buon rapporto con il passato, sembra dirci la poetessa, è il salvacondotto per sperare di vivere l’amore in modo sereno e appagante.