“Dipthycha. Anche questo foglio di vetro impazzito, c’ispira” di Emanuele Marcuccio e AAVV, recensione di Anna Maria Folchini Stabile

“Dipthycha. Anche questo foglio di vetro impazzito, c’ispira…” di Emanuele Marcuccio e AAVV

Photocity Edizioni 2013

Recensione di ANNA MARIA FOLCHINI STABILE

Prima o poi incontrerò davvero il poeta Emanuele Marcuccio, lo vedrò fisicamente, prenderò coscienza del suo aspetto fisico e dirò di “averlo conosciuto”, ma sarà solo una presa d’atto, niente di più, perché, per quanto mi riguarda, già so molto del suo sentire, del suo gusto per la riflessione sui Classici, della sua ricerca poetica.
Non sarà, insomma, una novità, perché, se la conoscenza tra artisti, scrittori e poeti un tempo avveniva spesso solo grazie allo scambio di missive affidate alla precarietà dei mezzi di comunicazione e se gli incontri erano abbastanza rari, oggigiorno i nuovi sistemi informatici permettono la comunicazione continua e in tempo reale, affidando allo schermo del personal computer la conoscenza dell’altro che fa della comunicazione artistica la sua “mission”.
“Dipthycha” , raccolta poetica ideata e curata da Emanuele Marcuccio, trae il suo titolo da una parola antica che ha in sé l’idea del dono e del doppio, è una raccolta “colta” di liriche del poeta Marcuccio e di altri Autori che hanno tema ispiratore simile e che i poeti che si corrispondono attraverso internet, reciprocamente mettono in comune e quasi si donano e scambiano, in un confronto di sentimenti e di sentire, di parole e di idee, di anime e di cuori.
Spesso, quando leggo le poesie di altri autori che cantano un tema a me caro, io stessa che pure scrivo poesia, sono molto colpita da come altri sviluppano e “vedono” ciò che anche io vedo.
Ecco perché leggere questa raccolta di liriche mi ha affascinata e non solo per i nomi autorevoli che cantano l’uomo e il suo mondo, ma anche per la capacità del poeta Emanuele Marcuccio di correre come sempre – e come gli è naturalmente congeniale – sulle ali della poesia e di saperla ritrovare ovunque anche sulla trasparenza di uno schermo di computer che si fa taccuino per parlare di poesia.

ANNA MARIA FOLCHINI STABILE

TITOLO: Dipthycha
SOTTOTITOLO: Anche questo foglio di vetro impazzito, c’ispira…
AUTORE: Emanuele Marcuccio e AA.VV.
CURATORE: Emanuele Marcuccio
PREFAZIONE: Cinzia Tianetti
POSTFAZIONE: Alessio Patti
EDITORE: Photocity Edizioni
GENERE: Poesia
PAGINE: 90
ISBN: 978-88-6682-474-9
COSTO: 10 €

http://ww4.photocity.it/Vetrina/DettaglioOpera.aspx?versione=20706

QUESTA RECENSIONE VIENE QUI PUBBLICATA PER GENTILE CONCESSIONE DELL’AUTRICE.
E’ SEVERAMENTE VIETATO DIFFONDERE E/O PUBBLICARE LA PRESENTE RECENSIONE SENZA IL PERMESSO DA PARTE DELL’AUTRICE.

About the author  ⁄ Laura

Laura

Se sei un autore e vuoi pubblicare il tuo libro, invia il tuo manoscritto a info@tracceperlameta.org per una valutazione gratuita. Se hai un evento da inserire nel nostro sito invia la tua richiesta a info@tracceperlameta.org.

No Comments